. Una galassia visibile a occhio nudo. Astronomy and the imagination: a new approach to man's experience of the stars, Philosophical Transactions of the Royal Society of London, A Selection of Photographs of Stars, Star-clusters and Nebulae, Vol. La Galassia di Andromeda (nota talvolta anche con il vecchio nome Grande Nebulosa di Andromeda o con le sigle di catalogo M 31 e NGC 224) è una galassia a spirale gigante che dista circa 2,538 milioni di anni luce dalla Terra in direzione della costellazione di Andromeda, da cui prende il nome. [15], Nel 2005 gli astronomi hanno scoperto inoltre un nuovo tipo di ammasso stellare; la sua particolarità consiste nel fatto che contiene centinaia di migliaia di stelle, un numero simile a quello osservabile negli ammassi globulari, da cui si distinguono perché sono molto più estesi (fino ad alcune centinaia di anni luce di diametro) e centinaia di volte meno densi. Nel 1943 Walter Baade risolse per la prima volta alcune singole stelle nella regione centrale della galassia; basandosi sulle sue osservazioni, egli fu in grado di distinguere due distinte popolazioni di stelle in base alla loro metallicità: chiamò il gruppo più giovane e vicino al disco "Tipo I" e le più vecchie e tendenti al rosso presenti nel bulge "Tipo II". Per vederlo ad occhio nudo però ci vuole una vista MOLTO buona, un cielo MOLTO buio e MOLTO pulito. Per questo oggetto ho deciso di testare le qualità del piccolo Takahashi FS-60CB effettuando riprese sia in banda larga che in banda stretta e devo dire che si è comportato egregiamente per essere un doppietto. [32] Ciò suggerisce che M31 abbia sperimentato un'intensa fase di formazione stellare nel suo passato, mentre la Via Lattea è nel mezzo di una di queste fasi; ciò potrebbe anche significare che in futuro le stelle della Via Lattea potrebbero diventare numerose così come si osserva in M31. A questo punto si arriva ad identificare una macchia con una forma affusolata, allungata in direzione nordest-nordovest: si tratta della Galassia di Andromeda.La galassia è visibile ad occhio nudo solo quando le condizioni atmosferiche sono ottimali e non è presente inquinamento luminoso. La luminosità del nucleo supera quella dei più luminosi ammassi globulari. Naturalmente una stella intrinsecamente molto brillante può essere visibile anche da molto lontano, ma nessuna stella tra quelle visibili ad occhio nudo è a più di qualche migliaio di anniluce, quindi immensamente meno delle distanze tipiche galattiche, che sono dell’ordine dei milioni di anniluce. La distanza fra le stelle è, inoltre, molto più grande nei nuovi ammassi estesi scoperti.[50]. [43] Questo anello è nascosto alla luce visibile, poiché è composto da polveri fredde. "Andromeda On The Rocks" - The rocks of the "Two Sisters", at the foot of Mount Conero (AN, ITALY). La Galassia di Andromeda è la più grande del Gruppo Locale, un gruppo di galassie di cui fanno parte anche la Via Lattea e la Galassia del Triangolo, più circa cinquanta altre galassie minori, molte delle quali satelliti delle principali. aperto 2,8 45' 671/1206 discretamente binocolo orizzonte sud molto libero 3. E’ una bellissima galassia a spirale, ma è molto più debole di quella di Andromeda. La sua vicinanza consente pure di poter utilizzare delle stime basate sulle giganti rosse; tramite questa tecnica è stato trovato sempre nel 2005 un valore di 2,56 ± 0,08 milioni di anni luce (785 ± 25 kpc). Utilizzando il metodo delle variabili Cefeidi, il valore ottenuto nel 2004 è di 2,51 ± 0,13 milioni di anni luce (770 ± 40 kpc).[2][3]. A trentacinque milioni di anni luce di distanza da noi si trova una gigantesca galassia a spirale. L’altra galassia osservabile ad occhio nudo dalle nostre latitudini è M33, nella costellazione del Triangolo, vicina ad Andromeda. Si tratta di una galassia a spirale visibile nella costellazione di Andromeda contenente circa 1000 miliardi di stelle, una quantità molto superiore a quella della nostra galassia: la Via Lattea. Una di queste è visibile ad occhio nudo come una debole nebbiolina, se si guarda in direzione della costellazione di Andromeda: è la galassia detta appunt 27-set-2020 - Esplora la bacheca Galassia … Galassie visibili ad occhio nudo? Contiene inoltre alcune popolazioni stellari e una struttura troppo massiccia per un normale ammasso globulare; per questa ragione alcuni considerano Mayall II un residuo del nucleo di una galassia nana cui M31 ha strappato via le stelle esterne in un lontano passato. Gli studi spettroscopici hanno fornito misure molto dettagliate della curva di rotazione di M31 a varie distanze dal nucleo. 1 risposta Vedi altre domande. Si tratta della galassia spirale di grandi dimensioni più vicina alla nostra galassia; è visibile anche ad occhio nudo e si tratta dell’oggetto più lontano visibile da occhi umani senza l’ausilio di strumenti di osservazione. G1 in M31 - Giant Globular Cluster or Core of a Dwarf Elliptical Galaxy? La galassia di Andromeda (M31) è l’oggetto celeste più lontano da Terra (2.5 milioni di anni luce) visibile ad occhio nudo. M31, meglio conosciuta come galassia di Andromeda, è l’oggetto celeste più distante visibile a occhio nudo. Una galassia visibile ad occhio nudo, di tipo “galassia a spirale gigante”, che fa parte insieme alla Via Lattea del Gruppo Locale e che si trova a circa 2,538 milioni di anni luce dalla terra (l’anno luce è un’unità di misura della lunghezza che è definita come la distanza che viene percorsa dalla luce nel vuoto nell’intervallo di un anno e che corrisponde a 9 460 730 472 581 km), è nota come Galassia di Andromeda o con il vecchio nome Nebulosa di Andromeda (o Grande Nebulosa di Andromeda). Non hai una domanda ma vuoi una risposta? Tuttavia si credeva ancora che si trattasse di una nebulosa compresa nella nostra Galassia e Roberts pensò erroneamente che si trattasse di una nube a spirale in cui si formano sistemi simili al nostro sistema solare, dove le nubi satelliti sarebbero state dei pianeti in formazione. Queste misurazioni implicano una massa concentrata di circa 6×109 M⊙ nella regione del nucleo; la massa totale della galassia aumenta linearmente fino ai 45 000 anni luce, dove inizia poi a rallentare. Una galassia a spirale soprannominata "Occhio del serpente" si trova a 35 milioni di anni luce dalla Terra. Nel 2006 si è scoperto che nove delle galassie satelliti si trovano lungo un piano che interseca il nucleo della Galassia di Andromeda, anziché essere distribuite causalmente come sarebbe lecito aspettarsi in caso di interazioni indipendenti; ciò potrebbe significare che le galassie satelliti hanno un'origine mareale comune. Una foto che lascia l'occhio libero di spaziare dai più vicini scogli sulla riva fino all'oggetto più lontano visibile ad occhio nudo, la Galassia di Andromeda. Perché "magnitudine 4" è "integrata", calcolata come se tutta la luce fosse concentrata in un punto o … William Huggins nel 1864 osservò lo spettro di M31 e notò che era differente da quello delle nebulose gassose;[19] gli spettri di M31 mostravano un continuum di frequenze, sovrapposte a linee scure, molto simile a quello delle singole stelle: da ciò dedusse che si doveva trattare di un oggetto di natura stellare. La Galassia di Andromeda (nota talvolta anche con il vecchio nome Grande Nebulosa di Andromeda o con le sigle di catalogo M 31 e NGC 224) è una galassia a spirale gigante che dista circa 2,538 milioni di anni luce dalla Terra[4] in direzione della costellazione di Andromeda, da cui prende il nome. [14] Il periodo migliore per la sua osservazione nel cielo serale è quello compreso fra settembre e marzo; nell'emisfero boreale è uno degli oggetti più caratteristici dei cieli autunnali. Si tratta della galassia di grandi dimensioni più vicina alla nostra, la Via Lattea; è visibile anche a occhio nudo ed è tra gli oggetti più lontani visibili senza l'ausilio di strumenti. La galassia di Andromeda (M31) è l’oggetto celeste più lontano da Terra (2.5 milioni di anni luce) visibile ad occhio nudo. II, The Radial Velocity of the Andromeda Nebula, Novae in Spiral Nebulae and the Island Universe Theory, Publications of the Astronomical Society of the Pacific, An estimate of the distance of the Andromeda Nebula, A spiral nebula as a stellar system, Messier 31, The Resolution of Messier 32, NGC 205, and the Central Region of the Andromeda Nebula, Crash Course: Simulating the Fate of Our Milky Way, Media di (787 ± 18, 770 ± 40, 772 ± 44, 783 ± 25) = ((787 + 770 + 772 + 783) / 4) ± ((18, Distanza × tan (diametro_angolare = 190′) = 141 ± 3 000, The Rate of Nova Production in the Galaxy, Publications Astronomical Society of the Pacific, SA(s)b significa: galassia a spirale priva di barra (, Unveiling the Boxy Bulge and Bar of the Andromeda Spiral Galaxy, A kinematically selected, metal-poor spheroid in the outskirts of M31, Andromeda's Stellar Halo Shows Galaxy's Origin to Be Similar to That of Milky Way, Astronomers Find Evidence of an Extreme Warp in the Stellar Disk of the Andromeda Galaxy, Rotation of the Andromeda Nebula from a Spectroscopic Survey of Emission, Timing the bright X-ray population of the core of M31 with XMM-Newton, Hubble Space Telescope Finds a Double Nucleus in the Andromeda Galaxy, Physics News Update Number 138 - The Andromeda Galaxy has a double nucleus, Andromeda Nebula from a Spectroscopic Survey of Emission, The distribution and kinematics of neutral gas, HI region in M31, ISO unveils the hidden rings of Andromeda, Busted! Probabilmente sono cresciute assimilando circa 100-200 galassie di piccola massa nel corso degli ultimi 12 miliardi di anni;[46] le stelle dell'alone esteso della Galassia di Andromeda e della Via Lattea potrebbero arrivare ad occupare fino a un terzo della distanza che separa le due galassie. [22], Nel 1920 ebbe luogo il Grande Dibattito fra Harlow Shapley e Heber Curtis, in cui si discuteva della natura della Via Lattea, delle "nebulose a spirale" e delle dimensioni dell'Universo; per supportare l'ipotesi che la "Grande Nebulosa di Andromeda" fosse in realtà una galassia indipendente, Curtis riportò pure l'esistenza di linee oscure che ricordano le nubi di polvere tipiche della nostra Galassia, come pure il notevole effetto Doppler. La Galassia di Andromeda è l’oggetto più lontano visibile ad occhio nudo. In prossimità di questo, a una distanza di 1300 anni luce, la velocità di rotazione raggiunge un picco di 225 km/s; successivamente decresce fino a un minimo a 7000 anni luce di distanza, dove potrebbe essere pari ad appena 50 km/s; più all'esterno la velocità aumenta di nuovo fino a 33 000 anni luce di distanza, dove raggiunge picchi di 250 km/s; a 80 000 anni luce dal nucleo si stabilizza sui 200 km/s. Anche il tasso di supernovae è doppio rispetto a quello di M31. M 31 è una galassia a spirale simile alla nostra Via Lattea, la nostra galassia, ma ad una distanza di poco più di 2,5 milioni di anni luce, e contiene tra 200 e 300 miliardi di stelle; é la più lontana galassia visibile ad occhio nudo. [26] Le due galassie potrebbero così collidere in un tempo stimato sui 2,5 miliardi di anni: in quel caso probabilmente si fonderanno dando origine ad una galassia ellittica di grandi proporzioni; tuttavia, la velocità tangenziale rispetto alla Via Lattea di M31 non è ben conosciuta, creando così incertezza sul quando la collisione avverrà e sul come essa procederà. Astronomers Nab Culprit in Galactic Hit-and-Run, The Metal-Poor Halo of the Andromeda Spiral Galaxy (M31), Tracing Galaxy Formation with Stellar Halos I: Methods, Hubble Spies Globular Cluster in Neighboring Galaxy. La prima mappa alle onde radio della Galassia di Andromeda fu completata negli anni cinquanta da John Evan Baldwin e dai suoi collaboratori nel Cambridge Radio Astronomy Group; il core della galassia è chiamato 2C 56 nel catalogo radioastronomico 2C. Una galassia è un raggruppamento di miliardi di stelle e nell'Universo vi sono miliardi di galassie. [10], Con una magnitudine apparente pari a 3,4, la Galassia di Andromeda è uno degli oggetti più luminosi del catalogo di Messier. Associati a M31 ci sono circa 460 ammassi globulari;[47] il più massiccio di questi, catalogato come Mayall II e soprannominato "Globular One", possiede una luminosità superiore a qualunque altro ammasso globulare noto nel Gruppo Locale di galassie. Il telescopio spaziale Hubble ha scattato recentemente una foto della galassia, larga circa la metà della Via Lattea con un buco nero supermassiccio al centro. Aiuto. Così come la Via Lattea, anche la Galassia di Andromeda possiede un sistema di galassie satelliti, consistente di 14 galassie nane conosciute; le meglio note e le più facili da osservare sono M32 e M110. Per osservarla è quindi necessario un cielo assolutamente perfetto: buio e terso. Solo una: la Galassia di Andromeda. Le stime della massa della Galassia di Andromeda, inclusa la materia oscura danno un valore di circa 1,23×1012 M⊙[30], mentre quella della Via Lattea sarebbe di 1,9×1012: la massa di M31 sarebbe dunque inferiore a quella della Via Lattea, nonostante le sue dimensioni siano superiori; tuttavia il tasso di imprecisione sarebbe troppo largo per poter confermare questo valore. Ad occhio nudo, anche nelle migliori condizioni visive, pur essendo in grado di trovare la costellazione, ben difficilmente riuscirai a vedere la galassia. È una galassia a spirale e si trova a circa 2 milioni di anni luce da noi: per scovarla bisogna guarda in direzione della costellazione di Andromeda, da cui appunto il nome. Considerata la nostra “vicina di casa”, si trova comunque a 2,54 milioni di anni luce di distanza: il suo diametro è di circa 220.000 anni luce, e si stima che contenga 1 bilione di stelle, ossia 1000 miliardi. Galassia Sigaro: 08 h 55 m 52 s +69° 40′ 47″ Galassia 8,3 11' 11 milioni no binocolo alto nel cielo 3. ... Situata a circa 180.000 anni luce di distanza, appare di forma irregolare, visibile ad occhio nudo come una macchia diffusa. NGC 2451: 07 h 45 m: +37° 58′ : Amm. Studi al dettaglio delle regioni interne della galassia mostrano un piccolo anello di polveri che si crede sia stato causato da un'interazione con la vicina M32 avvenuta più di 200 milioni di anni fa; le simulazioni mostrano che la piccola galassia satellite passò attraverso il disco di M31 lungo l'asse polare. [23] Edwin Hubble risolse il dilemma nel 1925, quando per la prima volta identificò alcune variabili Cefeidi in alcune foto della galassia create nell'Osservatorio di Monte Wilson, rendendo così molto più accurata la misurazione della distanza; le sue misurazioni infatti dimostrarono inequivocabilmente che M31 è una galassia indipendente situata a notevole distanza dalla nostra.[24]. Galassia di Bode: 09 h 55 m : +69° 04′ : Galassia 6,8 26' 11 milioni no binocolo alto nel cielo 2. Basandosi sulle evidenze, sembra che M32 subì un incontro ravvicinato con la Galassia di Andromeda nel passato: M32 potrebbe infatti essere stata una galassia più grande di come appare attualmente e il suo disco di stelle sarebbe stato strappato via da M31, la quale assunse una forma distorta e aumentò il tasso di formazione stellare nelle regioni del nucleo, che terminò in un passato relativamente recente.[51]. [53], Masses of the local group and of the M81 group estimated from distortions in the local velocity field, First Determination of the Distance and Fundamental Properties of an Eclipsing Binary in the Andromeda Galaxy, Distances and metallicities for 17 Local Group galaxies, Monthly Notices of the Royal Astronomical Society, Measuring Distances and Probing the Unresolved Stellar Populations of Galaxies Using Infrared Surface Brightness Fluctuations, Milky Way a Swifter Spinner, More Massive, New Measurements Show, CfA Press Release No. Nel 2005 è stata annunciata la scoperta di una stella binaria a eclisse appartenente alla Galassia di Andromeda; questo sistema, catalogato come M31VJ00443799+4129236, è formato da due stelle blu luminose e calde di classe spettrale O e B. Studiando l'eclisse delle stelle, che avviene ogni 3,54969 giorni, gli astronomi sono stati in grado di misurare il loro diametro; conoscendo il loro diametro e le temperature, si è potuta ottenere la magnitudine assoluta dei due astri, che rapportata alla magnitudine apparente ha fornito un valore di distanza pari a 2,52 ± 0,14 milioni di anni luce (770 ± 40 kpc); pertanto questa distanza può essere presa come un valore medio per la galassia. Visibile ad occhio nudo Strumento Visibilità dall'Italia 1. A giant stream of metal-rich stars in the halo of the galaxy M31, The Anisotropic Distribution of M 31 Satellite Galaxies: A Polar Great Plane of Early-Type Companions, L'Universo - Grande enciclopedia dell'astronomia, Burnham's Celestial Handbook: Volume Two, Explorations: An Introduction to Astronomy, Uranometria 2000.0 - Volume I - The Northern Hemisphere to -6°, M31 (Apparent) Novae Page (Elenco ufficiale delle più recenti novae apparse in M31), Hubble Spectroscopy of the Blue Star Cluster Containing the Supermassive Black Hole in Andromeda, Dati di NGC 224 - NASA Extragalactic Database, Oggetti non stellari nella costellazione di Andromeda, https://it.wikipedia.org/w/index.php?title=Galassia_di_Andromeda&oldid=116401854, Voci con modulo citazione e parametro pagine, Voci con modulo citazione e parametro coautori, Voci non biografiche con codici di controllo di autorità, licenza Creative Commons Attribuzione-Condividi allo stesso modo. Questa collisione strappò via la metà della massa originaria di M32 e creò la struttura anulare visibile ora in M31.[44]. [27] Scontri di questo tipo sono frequenti nei gruppi di galassie. About a thousand stars are visible to the naked eye during a dark night on planet Earth. [52] M110 contiene una banda di polveri, che potrebbe essere indice di un recente fenomeno di formazione stellare, una cosa insolita per una galassia nana ellittica, che di solito è quasi completamente priva di gas e polveri. Questa pagina è stata modificata per l'ultima volta il 2 nov 2020 alle 18:37. Randompedia è la risposta a tutte le tue domande! La Via Lattea fa parte di un insieme di galassie, chiamato “Gruppo Locale”, al quale appartengono anche la Grande Galassia di Andromeda (M31), visibile ad occhio nudo ed una trentina di altre galassie satelliti più piccole, tra le quali spiccano le Nubi di Magellano, M32, M110 e la Galassia del Triangolo. Nel 1991, studiando le immagini ottenute con il Telescopio Spaziale Hubble delle regioni più interne del nucleo, si è scoperto che la galassia ospita un doppio nucleo, formato da due concentrazioni separate da 1,5 parsec (circa 5 anni luce); la concentrazione più luminosa, catalogata come P1, è decentrata rispetto al vero centro galattico, mentre la concentrazione minore, P2, ricade esattamente al centro e contiene un buco nero di 108 M☉. [49] Il globulare con la luminosità apparente più alta vista dalla nostra prospettiva, è però G76, che si trova nella metà orientale del braccio di sud-ovest. [41] Le immagini rettificate della galassia mostrano una comune galassia spirale con i bracci avvolti in senso orario; sono presenti dei bracci maggiori continui separati fra loro da un minimo di 13 000 anni luce e possono essere seguiti dall'esterno fino a una distanza di circa 1 600 anni luce dal nucleo; ciò può essere notato dallo spostamento di nubi di idrogeno neutro dalle stelle.[42]. [15] La prima descrizione dell'oggetto basata sulle osservazioni telescopiche fu fatta da Simon Marius il 15 dicembre del 1612,[17] il quale la definì come "la luce di una candela osservata attraverso un corno traslucido". La galassia è inclinata di 77° rispetto alla linea di vista della Terra (un angolo di 90° corrisponde ad una vista perfettamente di taglio). La spiegazione più accreditata è quella secondo la quale P1 è una proiezione di un disco di stelle in un'orbita eccentrica attorno al buco nero centrale; anche P2 contiene un disco compatto di stelle calde di classe A, le quali non sono evidenti in filtri rossi, mentre alle luci blu e ultravioletta dominano il nucleo, rendendo P2 più luminosa di P1 a queste lunghezze d'onda.[39]. Nel 1922 Ernst Öpik presentò un metodo astrofisico molto semplice per stimare la distanza di M31, secondo cui la "nube" risultava essere distante 450 kpc (quasi 1,5 milioni di anni luce). La Galassia di Andromeda, nota anche come Messier 31 o "Grande Nebulosa di Andromeda", è uno degli oggetti celesti più distanti che l'uomo possa vedere a occhio nudo; puoi sfruttare le costellazioni che la circondano per individuarla nel cielo stellato. Iniziamo il nostro percorso da Andromeda, visibile ad occhio nudo dall'Italia soprattutto in estate ed autunno. Di fatto, M31 contiene molte più stelle della Via Lattea e possiede un diametro notevolmente maggiore. Messier 33 (NGC 598) è comunemente conosciuta come la Galassia del Triangolo. Per informazioni e problemi relativi ai Servizi Community. La Galassia di Andromeda è anche l'oggetto più lontano visibile dalla Terra ad occhio nudo. Basandosi sul suo aspetto alla luce visibile, la Galassia di Andromeda è classificata come di tipo SA(s) b nella sequenza di Hubble;[1][33] tuttavia, i dati provenienti dal monitoraggio 2MASS mostrano che il bulge di M31 possiede una struttura leggermente allungata, il che implica che si potrebbe trattare di una galassia a spirale barrata con l'asse della barra disposto quasi esattamente lungo la nostra linea di vista.[34]. La Galassia di Andromeda è in avvicinamento alla Via Lattea alla velocità di circa 400.000 km/h, pertanto è una delle poche galassie a mostrare un spostamento verso il blu; dato il movimento del Sole all'interno della nostra Galassia, si ricava che le due galassie si avvicinano alla velocità di 100–140 km/s. La Galassia di Andromeda può essere osservata da entrambi gli emisferi terrestri, sebbene la sua declinazione settentrionale favorisca notevolmente gli osservatori dell'emisfero nord; dalle regioni boreali si presenta estremamente alta nel cielo nelle notti d'autunno, mostrandosi persino circumpolare dalle regioni più settentrionali e della fascia temperata medio-alta, come l'Europa centro-settentrionale e il Canada, mentre dall'emisfero australe resta sempre molto bassa, ad eccezione delle aree prossime all'equatore. Questa galassia dista dalla nostra due milioni e mezzo di anni luce (per l’esattezza 2,57 milioni di anni luce) e, come la nostra galassia, fa parte del cosidetto gruppo locale formato da una cinquantina di galassie. Questa galassia svolge un ruolo importante negli studi galattici, dato che si tratta della galassia spirale gigante più vicina a noi. In mezzo a tutte queste stelle si possono vedere anche alcuni pianeti del Sistema Solare. [5], Facendo una media delle distanze ottenute coi vari metodi si ottiene una stima di 2,54 ± 0,06 milioni di anni luce (778 ± 17 kpc);[28] basandosi sulle distanze citate, è stato stimato un diametro della galassia pari a 141000±3000 al.[29]. La prima osservazione della Galassia di Andromeda messa per iscritto risale al 964 ed è stata condotta dall'astronomo persiano Abd al-Rahmān al-Sūfi,[15] il quale la descrisse come una "piccola nube" nel suo Libro delle stelle fisse; anche altre carte celesti, (tra cui quelle olandesi[16]) risalenti allo stesso periodo la riportano con la definizione di "Piccola Nube". Oltre alla Via Lattea, la galassia all'interno della quale si trova il nostro sistema solare, solo altre tre sono visibili ad occhio nudo: le Nubi di Magellano (Grande e Piccola Nube di Magellano), visibili solamente dall'emisfero australe del nostro pianeta, si presentano come macchie irregolari, quasi dei frammenti staccati della Via Lattea, la cui scia luminosa corre a breve distanza; si tratta di due galassie molto vicine, … A malapena visibile ad occhio nudo sotto cieli molto bui, questa galassia a spirale è la terza galassia per estensione del Gruppo Locale dopo la galassia di Andromeda e la nostra … bye Galassie visibili ad occhio nudo? Come risultato, egli pose la Galassia di Andromeda alla distanza di 500000 al, diventando così il proponente della teoria dei cosiddetti "universi-isola", secondo la quale le nebulose a spirale non sono altro che insiemi di gas e stelle simili alla nostra Via Lattea, indipendenti fra loro. Una galassia visibile ad occhio nudo, di tipo “galassia a spirale gigante”, che fa parte insieme alla Via Lattea del Gruppo Locale e che si trova a circa 2,538 milioni di anni luce dalla terra (l’anno luce è un’unità di misura della lunghezza che è definita come la distanza che viene percorsa dalla luce nel vuoto nell’intervallo di un anno e che corrisponde a 9 460 730 472 581 km), è … Aiuto. NGC 2477: 07 h 52 m: -38° 33′ : Amm. Nel 2003, utilizzando le fluttuazioni di luminosità superficiale infrarosse, rivedendo il valore periodo-luminosità e utilizzando una correzione della metallicità di −0,2 mag dex−1 in (O/H), si è ricavata una distanza di 2,57 ± 0,06 milioni di anni luce (787 ± 18 kpc). Le analisi della sua forma dimostrano che il disco possiede una accentuata distorsione (warp) a "S" e non una forma piatta;[36] una possibile causa di questo warp potrebbe essere l'influenza gravitazionale delle galassie satelliti, come pure una remota influenza della Galassia del Triangolo, ma mancano ancora le misurazioni di distanza e velocità radiale in grado di confermare questa ipotesi. [20], La velocità radiale di M31 rispetto al sistema solare fu misurata nel 1912 da Vesto Slipher all'Osservatorio Lowell, utilizzando uno spettroscopio; il risultato fu la più alta velocità radiale mai misurata fino ad allora, di ben 300 km/s, in avvicinamento al Sole. Tutte le risposte alla domanda Galassie visibili ad occhio nudo? [25] Baade scoprì inoltre che sono presenti due tipi di variabili Cefeidi, che comportò un raddoppio della distanza stimata di M31, come pure delle galassie del resto dell'Universo. Pochissimo ad ovest di ν And, un buon occhio in una notte buia può scorgere un batuffolino bianco-azzurrino dall’aspetto sfumato: questa è la Galassia di Andromeda che, con i suoi 2.5 milioni di anni luce di distanza, è l’oggetto più lontano nell’Universo e visibile ad occhio nudo. La Galassia Occhio Nero (anche nota come Galassia occhio del Diavolo, M 64 o NGC 4826), è molto ben conosciuta tra gli astronomi amatoriali poiché è ben visibile anche con piccoli telescopi; è una galassia a spirale, dalla forma a girandola, visibile nella costellazione della Chioma di Berenice. E’ visibile anche ad occhio nudo, a patto che il cielo sia privo di inquinamento luminoso, una delle cause che impediscono al cielo di essere fruito sempre al meglio. Il più lontano oggetto visibile a occhio nudo. Fai una domanda. [11], La Galassia di Andromeda si individua con estrema facilità: una volta individuata la costellazione di appartenenza e in particolare la stella Mirach (β Andromedae), si prosegue in direzione nordovest seguendo l'allineamento delle stelle μ Andromedae e ν Andromedae, in direzione NE/SW, fra Perseo e Pegaso[12], per arrivare a identificare una macchia a forma di fuso, allungato in senso nordest-sudovest; è possibile notarlo anche ad occhio nudo se il cielo è in condizione ottimali e senza inquinamento luminoso.